Slow Money

                                      

                                    http://blog.pianetadonna.it/naturalmentefelice/wp-content/uploads/2013/07/img_3554-233x300.jpg

Dopo aver parlato numerose volte di vita slow  ora vi voglio fare conoscere slow money. E’ un movimento che sta prendendo piede negli USA, ci sono già 20 gruppi attivi e alcuni all’estero (ma non in Italia).
Ho avuto la fortuna di poter ospitare una delle grandi attiviste del movimento slow money North Carolina a casa mia.
Mi è stato possibile capire bene come funziona il movimento da chi ha già aiutato molti progetti ad attivarsi. Si tratta di micro prestiti per finanziare delle micro attività o dei micro progetti di attività locali.
Magari avete mille euro e non sapete come investirli e non volete lasciarli in banca, contemporaneamente qualcuno, un contadino oppure un negozio di cibi a km zero vuole crescere oppure gli serve un nuovo macchinario oppure una nuova attività con dei prodotti locali vuole aprire e gli serve un prestito. Il movimento mette in connessione queste persone e cerca di aiutarli ad attivarsi per creare quella connessione di fiducia tra chi è generoso e chi ha bisogno di aiuto per un miglior futuro di economia locale.
Forse il nostro futuro è proprio un vero ritorno ad una comunità locale di mutuo aiuto.
Qui alcuni esempi sono citati come nel libro di Carol Peppe Hewitt Financing Our Foodshed (per ora solo in inglese)

Emma

We have talked about a slow life but in in terms of economy. here is a new movement which is called Slow money. It is an American movement which has 20 groups within the USA and has a few active groups abroad. (not in Italy)
I waslucky as I have hosted Carol Peppe Hewitt who is one of the founders of the group and has created Slow Money North Carolina.
I have has the opportunity to understand how the movement works and how it is possible to help local food businesses from local shops to producers and cultivators. 
It is a way to rediscover how to trust by giving and caring to those in need for a better and local future.
Many stories can be found here in Carol Peppe Hewitt’s book Financing Our Foodshed.

2 thoughts on “Slow Money”

  1. Ciao Emma, grazie del post che è molto interessante. In Italia sono socia di una MAG (cooperativa finanziaria) che ha principi molto simili. Se vogliamo che sia sostenibile, il futuro della finanza dovrà passare dall’etica, che ne dici? 🙂

    1. naturalmentefelici ha detto:

      NOn conosco MAG, hai voglia di raccontarcelo per un nostro prossimo post? Grazie 🙂
      Scrivi a emma.yummy@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *