God save the green

 Il tema del documentario God Save the Green  è di stringente attualità e di grande portata politica, sociale, culturale. Moltissime sono le esperienze che ci fanno dire che un film che abbia come punto di partenza gli orti urbani e la sicurezza alimentare é urgente e necessario. Esistono orti sui tetti di grattacieli e palazzi, orti nelle scuole, esistono giardini nelle crepe urbane, negli slum, campi coltivati ai margini delle periferie disagiate e impoverite, orti comunitari nelle periferie di città grandi e piccole, orti nei sacchi di juta, nelle bottiglie di plastica riciclate. Non si tratta di un ritorno a un’utopia agreste o bucolica, all’arcadia dell’agricoltore, ma di una travolgente e globale risposta politica e culturale al declino e alle storture del modello consumistico.

Potete vedere le varie puntate da qui.   C’é anche il nostro “amico” di Torino con il suo orto sul tetto.

Spero che sarà d’ispirazione per tutti noi.

Emma

The documentary God save the green .

The main film topic is a current event social, political and cultural. Lots of experiences let us say that a film starting with urban gardens and food security is urgent and needed. There are gardens on rooftop, in slums, fields on the outer fringes of the city, community gardens in the suburbs, gardens in jute bags, in recycled bottles, in the basements of skyscrapers. There is not a return to agrestic or bucolic utopia, to Arcadia farmers, but a passionate and global political and cultural reply to decline and distorsion of the consumer model technologies.

You can view it here. There is also our “friend” with his vegetable patch on his roof.

I hope that it will be of inspiration for us all.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *