La Starch Solution: Una testimonianza

Interno-tartufone-1.jpg

Vi propongo una intervista a Cinzia Martella, la quale sta seguendo la Starch Solution da circa due anni. Chi segue il sito sa che ne abbiamo già parlato con Barbara.

Ho conosciuto Cinzia sul gruppo FB dedicato alla Starch Solution; ci delizia sempre con ottime ricette, infatti anche oggi ci regala due delle sue creazioni che trovate sotto l’intervista.

La Starch Solution versione Italiana è uscita da poco grazie alla nostra amica Barbara Sbrocca.

Come hai scoperto il dott. McDougall e la Starch Solution?
Un giorno,mentre stavo navigando su You tube,ho visto un video del Dott. Mc Dougall che preparava con sua moglie Mary delle crespelle golosissime e anche se faticavo a seguire l’inglese, catturava la mia attenzione l’abbondanza degli alimenti che utilizzavano e la semplicità della preparazione. Da quello che intuivo la Starch Solution si basava principalmente sugli amidi (spesso da me demonizzati e sottovalutati) senza utilizzo di olio, ma soprattutto centrato sul benessere della persona, la perdita di peso, il miglioramento delle malattie croniche così come l’aumento della vitalità e dell’energia. In seguito a questo e dopo aver approfondito i principi della Starch Solution del Dott. Mc Dougall, ho capito che questo stile alimentare faceva al caso mio e così, da un giorno all’altro, incominciai a metterla in pratica.
 
Come hai iniziato? E’ stato difficile adattarsi a questo nuovo modo di mangiare?
La curiosità di scoprire i principi fondamentali della Starch solution mi ha fatto approdare al gruppo Facebook “Vegetale integrale a base amidi starch solution italia”  amministrato da Barbara Sbrocca, dove ho potuto mettere in pratica e sperimentare su me stessa gli effetti positivi di questo nuovo stile di vita. Grazie ai vari file che Barbara mette a disposizione per tutto il gruppo,ho potuto approfondire e sperimentare su me stessa la Starch Solution fino ad innamorarmene. Infatti, dopo pochi mesi che seguivo la Starch, presa dall’entusiasmo, ho incominciato a preparare deliziosi manicaretti che mi hanno incoraggiato a perseguire questo nuovo approccio alimentare, senza calcolare le calorie o a pesare il cibo. Grazie anche all’incoraggiamento di Barbara, che ha creato un file ricette per me e lo ha messo a disposizione per tutto il gruppo, ho incominciato a realizzare le mie personali ricette e a creare nuovi piatti. Mangiare in questo modo è stato molto semplice per me. Ho sempre adorato le patate e il riso, la verdura e i legumi e appena ho iniziato la Starch Solution, ho subito iniziato a divorarmi delle grandi ciotole di riso di tutti i colori e in tutte le salse, accompagnate da verdure di stagione fresche e croccanti; così come piatti semplici, sfiziosi e ghiotti allo stesso tempo che appagavano  tutte le mie voglie senza mai avvertire né fame e né senso di  privazione. 
ARTICOLO CORRELATO: Couscous integrale con verdure
Quali effetti positivi e negativi hai riscontrato ?
Da quando ho iniziato a seguire la Starch Solution fino ad ora, ho solo riscontrato effetti positivi. Primo fra tutti il mio problema renale è migliorato  tantissimo e addirittura la mia insufficenza renale si è arrestata clamorosamente e finalmente tutti i valori delle mie analisi cliniche sono rientrati nella norma. La doppia soddisfazione è stata quando il nefrologo ha elogiato meravigliato il mio stato di salute e la mia forma fisica!
 Altro effetto positivo della Starch Solution è stato quello della riattivazione degli ormoni. Dopo circa 13 anni di assenza dal ciclo mestruale, finalmente,all’età di 43 anni, è riapparso per incanto e puntuale come uno orologio svizzero! I miei capelli,che stavo perdendo e per disperazione ero costretta a tagliare, hanno ripreso a crescere forti lucidi e folti. Non ho più dolore ai muscoli e ai denti e l’allergia al nichel fin da subito è diventata un lontano e brutto ricordo. Le afte e i tagli agli angoli della bocca scomparsi in pochi giorni così come la gotta che periodicamente mi attanagliava con dolori atroci alle dita dei piedi costringendomi a restare immobile a letto per giorni e a smettere di lavorare. La fastidiosa e dolorosa ritensione di liquidi e la scarsa circolazione che mi procurava edemi negli arti inferiori con caviglie piedi mani e gambe gonfie, hanno incominciato a migliorare alleviando così questo odioso disagio. A mia sorpresa anche la pelle del viso appare più chiara e luminosa, le macchie solari si sono attenuate nel giro di pochi giorni e anche l’odore della mia pelle non è più intenso come una volta. Non ho più quel fastidioso senso di gonfiore alla pancia e il mio intestino si è regolarizzato come non mai fino ad ora!! Col passare delle settimane,seguendo la Starch al 100%,ho sentito aumentare la vitalità, l’energia e la voglia di fare movimento. Quel senso di svogliatezza che mi teneva ferma durante il giorno non esiste più. Sono stati talmente tanti i benefici e i risultati che ho riscontrato che sarà impossibile tornare indietro.
Questo stile di vita mi ha insegnato a mangiar sano senza rinunciare al gusto, a godere di quel cibo di cui per molti anni mi ero privata credendo che mi avrebbe fatto ingrassare e stare male. Invece ho scoperto che il mio corpo bramava i carboidrati integrali e naturali desiderandoli più che mai….così mangiando e mangiando amidi ho finalmente perso più di 10 chili!
Gli effetti negativi? Sentirsi troppo pieni dopo aver mangiato, ma senza sentire addosso il senso di colpa!
Da quanto tempo la segui? Hai consigli per chi volesse iniziare a seguirla?
Seguo la Starch Solution da più di 2 anni.
A chi volesse iniziare consiglio di comprare il libro “Starch Solution”edizione italiana dove si possono comprendere i principi di base della Starch e beneficiare delle tante ricette stupende e consigli per cucinare soprattutto per chi è alle prime armi, e di provare su se stessi questo meraviglioso stile di vita, perchè i risultati si hanno già dai primi giorni e la differenza si noterà sia a livello energetico che fisico e mentale. All’inizio sembra difficile ma dopo pochi giorni si incomincia a gustare il vero sapore del cibo, perchè quell’inutile condimento “untuoso”,l’olio, maschera il piacere di assaporare ogni singolo alimento naturale che ci riempie di tanti preziosi nutrienti. Infatti i grassi li troviamo in natura nella giusta dose, senza doverli estrarre, in tutti i cereali integrali, negli amidi e nei vegetali come olive, avocado e semi. Su questo non ho più dubbi, solo certezze. Sono la prova vivente che la Starch Solution funziona!
LE RICETTE DI CINZIA

Pizza di patate

600g di patate

6 cucchiai di farina integrale di riso

1 cucchiaino di succo di limone

Un pizzico di bicarbonato

Passata di pomodoro qb.

Origano,peperoncino e sale qb.

Procedimento:

Cuocete a vapore le patate con la buccia. Dopo la cottura lasciate raffreddare, sbucciate le patate e schiacciatele nello schiacciapatate. Inserite la farina di riso, il sale, il bicarbonato, il succo di limone e amalgamate il tutto. Lasciate riposare per 15 minuti. Passato questo tempo,posizionate il composto di patate in una teglia da forno antiaderente 25x16cm ca (se usate una teglia più grande aumentate la dose degli ingredienti). Inserite la passata di pomodoro e infornate a 220°per 20 minuti o fino a doratura dei bordi. Trascorso questo tempo toglietela dal forno e inserite le verdure che più desiderate,  cospargete con origano e peperoncino e rinfornate per altri 5 minuti ca. Togliete dal forno e lasciate un po’ intiepidire la pizza di patate per facilitare il taglio.

 

Tartufone di riso,cocco e cacao

Per un Tartufo:

1 tazza di riso integrale cotto

2 cucchiai di cocco

1 cucchiaio di sciroppo acero

Cacao amaro qb.

Latte vegetale qb.

Procedimento:

Frullate con un frullatore a immersione il riso, il cocco e l’acero aggiungendo poco alla volta il latte veg fino ad ottenere un composto sodo. Inserite il composto frullato in piccole formine o pirottini e lasciate riposare in frigorifero per 24 ore. Passato questo tempo togliete il composto di riso dalla formina capovolgendolo nel piatto e con l’aiuto di un colino cospargete abbondantemente il cacao sopra di esso. Ponete il tartufo  in frigorifero per 60 minuti ca., dieci minuti prima di servire togliete il tartufo di riso dal frigorifero e guarnite il piatto secondo la vostra creatività.

ARTICOLO INTERESSANTE: Guarisci il tuo apparato digerente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *