OGM in USA – GMO in USA

                     

L’altro ieri gli Americani hanno votato per riconfermare il Presidente Obama ma hanno anche votato per numerosi referendum di cui il Prop.37 in California. Vi parliamo di questo referendum in particolare perché la richiesta era di segnare sui cibi se la loro provenienza è OGM oppure no. Purtroppo il No ha vinto con oltre il 53%

Le aziende sotto elencate sono quelle che hanno pagato per promuovere il NO….lascio a voi i commenti!

Alla luce di numerosi studi sui effetti negativi dei cibi OGM come quello appena pubblicato in Francia, inoltre dopo aver visto documentari come questo ci viene da pensare sempre più spesso che acquistando i prodotti delle multinazionali diventiamo colpevoli della promozione dei danni per la salute e anche per l’ambiente!
Capisco che a volte non è facile eliminare alcuni cibi ma è fondamentale per poter vivere in salute!

E’ un peccato che neanche i Californiani abbiano capito l’importanza del mangiar sano!

Emma


Two days ago, America voted to reconfirm President Obama but they also voted for many referendums such as the Prop.37 in California. We are talking about this particular one as it regarded OGM and the labeling on foods. Despite theimportants for everybody’s health NO won with 53%. 

The companies who promoted the NO campaign are listed below….I won’t comment! 

After reading many studiesabout the negative effects of OGM foods on our health as the one published in France, a few months ago, and after viewing  documentaries as this one we do feel that buying from multinationals make us all part of a system which makes us guilty of what these companies do on our health and on the environment!

I understand that it is not always easy to change habits but it is fundamental to live healthier! 

It is sad that not even Californians understood the importants of eating healthy!

Monsanto $8,112,867
E.I. Dupont De Nemours & Co. $5,400,000
Pepsico, Inc. $2,145,400
Grocery Manufacturers Association $2,002,000
DOW Agrisciences $2,000,000
Bayer Cropscience $2,000,000
BASF Plant Science $2,000,000
Syngenta Corporation $2,000,000
Kraft Foods Global $1,950,500
Coca-Cola North America $1,700,500
Nestle USA $1,315,600
Conagra Foods $1,176,700
General Mills $1,135,300
Kellogg Company $790,000
Smithfield Foods $683,900
Del Monte Foods $674,100
Campbell’s Soup $500,000
Heinz Foods $500,000
Hershey Company $493,900
The J.M. Smucker Company $485,000
Bimbo Bakeries $422,900
Ocean Spray Cranberries $387,100
Mars Food North America $376,650
Council for Biotechnology Information $375,000
Hormel Foods $374,300
Unilever $372,100
Bumble Bee Foods $368,500
Sara Lee $343,600
Kraft Food Group $304,500
Pinnacle Foods $266,100
Dean Foods Company $253,950
Biotechnology Industry Organization $252,000
Bunge North America $248,600
McCormick & Company $248,200
Wm. Wrigley Jr. Company $237,664
Abbott Nutrition $234,500
Cargill, Inc. $226,846
Rich Products Corporation $225,537
Flowers Foods $182,000
Dole Packaged Foods $171,261
Knouse Foods Cooperative $164,731

California Proposition 37
Result Votes Percentage
Defeated No 4,133,711 53.7%
Yes 3,566,671 46.3%

(Fonte/Source voterguide.sos.ca.gov/propositions/37/ – ballotpedia.org/wiki/index.php/California_Proposition_37,_Mandatory_Labeling_of_Genetically_Engineered_Food_%282012%29)

6 thoughts on “OGM in USA – GMO in USA”

  1. CosmicMummy ha detto:

    lo studio citato è stato criticato da tutta la comunità scientifica. se vi interessa saperne di più vi consiglio questo articolo http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2012/09/25/criminal-mais/

  2. naturalmentefelici ha detto:

    Grazie per la precisazione. Ma la critica non è smentita! Se vedi cosa succede nel mondo con gli GMO non sarei tanto sicura che siano buoni, ma al dilà del pro o contro è un fatto di informazione! 🙂

    1. CosmicMummy ha detto:

      certo, ma piuttosto bisogna studiarli di più invece che affossare e distruggere la ricerca pubblica come avviene nel nostro paese. specie se non si vuole che i brevetti siano in mano solo alle multinazionali! (è giusto una riflessione che poco ha a che fare con il post)

    2. naturalmentefelici ha detto:

      Per quanto riguarda la ricerca hai ragione. Per i brevetti dalle mie ricerche possi dire che solo le multinazionali li fanno perche conviene! Leggiti i libri di Vandana Shiva e capirai.

  3. Fabio ha detto:

    la lista di aziende, beh…..è la solita lista di aziende. ci sono tutte.

    ritengo che questo tuo articolo contenga molte lacune. anzi tutto non centra il punto del pericolo di quel referendum. il reale problema è che il consumatore ha diritto di sapere cosa mangia. e non dovrebbe rispondere “NO” solo per difendere la sua beata ignoranza di sta cippa.

    peccato sia stato letto aprioristicamente come una mancanza di coscienza degli americani, che non capiscono quanto male possano fare gli OGM.
    beh, cazzate. anzi tutti bisognerebbe studiarli a fondo. non basta citare uno studio, ce ne vogliono decine, per “ogni diverso OGM”. bisogna considerare gli OGM non sono un unico minestrone, ma un caleidoscopio di ricerche diverse. non tutte necessariamente dannose.
    non dobbiamo demonizzare gli OGM.

    e non confondiamoci, un conto sono i danni per la natura e l’uomo, un’altro sono gli OGM, un altro sono le multinazionali, secondo le quali tutto e lecito pur di fare profitto. sono strade che si intersecano, molto intime tra loro, ma pur sempre separate.

    mi permetto anche una piccola critica sulle risposte che dai: non zittire le persone trattandole come se non capissero perchè certi libri non li hanno letti. io li ho letti. non la penso come te. e spesso non basta leggere dei libri, bisogna anche essere recettivi abbastanza per comprenderli a fondo.

    ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *